venerdì 4 maggio 2012

PORGI L'ALTRA GUANCIA

L'annosa questione che mi ossessiona da qualche giorno è la seguente: è giusto dare sette/otto schiaffoni ad un gruppo di bambini che continuano a correre tra sedie e tavoli in un piccolo ristorante gridando come posseduti, o è forse più corretto darli ai genitori?
In ogni caso qualcuno "ha da buscà".

Non ho mai capito questa fissazione per il "dialogo", parola inflazionata e da sempre nominata negli ufficiali studi americani, svedesi o islandesi che siano: quando ci vò, ci vò. Che poi, prlare di dialogo o di apertura mentale mi sembra una cazzata tanto quanto lavarsi le mani dopo aver pisciato (prima vanno lavate, prima!): come si può dialogare ed essere aperti mentalmente con un essere a cui può saltare in testa in qualsiasi momento di disgnare con pennarelli indelebili sui muri di casa o mangiarsi la sabbia? "Bisogna lasciare i bambini liberi d'esprimersi". Ok, magari la prossima volta gli faccio ritinteggiare la tua sala d'attesa, se proprio vuoi che lo lasci "libero d'esprimersi". Psicologo dei miei coglioni.
E basta ripetere la solita solfa che è una consuetudine fascista dare uno schiaffo ad un bambino, che non sono stati dimostrati benefici negli studi psicologici condotti dall'università vattela a pesca, che è una violenza domestica. Quanti bambini nella storia sono cresciuti a pane, nutella e manate sul coppino? Persino Gramsci, Einstein o chiunque altro vi possa venire in mente le avrà prese per aver esasperato il proprio genitore!

Intendiamoci, non sto parlando di cinghiate nella schiena, occhi neri o qualche altro sadico pensiero che potrebbe venire in mente solo a sara tommasi ed alfonso luigi marra, dico soltanto che un ceffone sa farsi intendere come si deve. E no, non basta un "no".
Ho notato che, da quando i tempi sono quelli che sono, i bambini sono sempre più maleducati e più rompi coglioni. Non so voi, ma se io alla loro età (dai 5 ai 10 anni circa) avessi corso tra i tavoli di un ristorante gridando e saltando, finendo per far bestemmiare tutti i camerieri della regione (per solidarietà), mio padre non sarebbe rimasto seduto a tavola a bere  montenegro e a guardare la scollatura della moglie di mio zio, ma mi avrebbe fatto diventare, a forza di scoppole, il culo rosso come quello di sasha grey ai tempi d'oro.

Sarà una cazzata, ma ho un dubbio: chi mi assicura che tutti gli scienziatoni degli studi americani, svedesi e islandesi di prima non siano single, sterili o gay?

8 commenti:

  1. Completamente d'accordo, non fosse che di schiaffi ne ho presi parecchi ma non trovo abbiano dato grandi risultati..

    RispondiElimina
  2. Madonna ladra, togli quel minchia di capcha o come cazzo si scrive.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatto.

      Anche quella cosa della verifica del commento.

      Elimina
  3. Un ceffone può essere molto meno violento di poche parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per un bambino è sicuramente meglio un ceffone di un madonnaladra, poco ma sicuro.

      Elimina
    2. madonnaladra è troppo pure per me...

      Elimina
    3. Sempre meglio di "Nel nome del padre, ecc..."

      Elimina